Libreria

In fondo è vero: siamo tutti delle piccole librerie ambulanti.
Un po’ come l’arrotino ce ne andiamo in giro, ma senza fare rumore. Senza urla camminiamo tra la gente con il nostro carretto pieno di sogni, ricordi, speranze e libri. Libri di persone scritti da noi senza chiedere i diritti, alcuni emozionanti, altri noiosi. Alcuni tristi ed altri gioiosi; alcuni infine che non ricordi neanche di avere. Continua a leggere

Annunci

Estate di Libri

Agosto per molti é sinonimo di “mese per leggere libri”. Avete presente quei volumi lasciati a prendere polvere per un intero anno nell’attesa di avere il tempo per goderveli? Bene, il momento é arrivato: in procinto di partire per il mare,la montagna, la campagna, l’estero, ricordatevi di mettere in valigia anche il vostro libro! E se non sapete cosa leggere, ecco qualche titolo che ho letto durante le varie estati che magari potra darvi lo spunto.

Perfetto per chi ama i romanzi di formazione, “L’isola di Arturo“, di Elsa Morante, in cui reale e fiabesco si mescolano creando bellissime suggestioni visive e sensoriali: Arturo é un ragazzo che vive da solo su un’isola, le sue giornate sono scandite dall’attesa del padre che é in giro per lavoro. Finché quest’ultimo non torna con una nuova moglie…

Per gli amanti del giallo, un grande classico é “10 piccoli indiani” di Agatha Christie: 10 persone sono bloccate in una casa su un’isola, non sanno il motivo per cui sono state invitate e a segnare il tempo tra la vita e la morte é una poesia su 10 piccoli indiani. Se invece preferite i polizieschi, molto veloce e scorrevole é “Il giudice e il suo boia” di Friedrich Dürrenmatt che in questo romanzo mette in evidenza il suo pensiero sull’impossibilità per la giustizia istituzionale di arrivare alla verità.

Fantasy: senza scomodare Tolkien e il suo mattone troppo pesante da portare in valigia a meno di non pagare la penale con la Ryan air ( per il peso effettivo del volume intendo, ovviamente ), c’é il più leggero e scialbo “Hunger Games” visto da poco al cinema ( e forse per quello pensato) e letto per caso: idea originale quella di buttare 24 ragazzi in un’arena di un reality show in cui nel vero senso dell’espressione “ne sopravvive solo uno”, poco definito invece per quanto riguarda la caratterizzazione dei personaggi. Suggerisco l’acquisto dell’ebook (meta prezzo rispetto al cartaceo) o il prestito in biblioteca perché si legge davvero in qualche ora sotto l’ombrellone o in aereo. Oppure, per andare sul sicuro, scomodate Tolkien, magari scegliendo il più comodo “Lo Hobbit“!

Se il vostro zaino é piccolo invece, scegliete un libro altrettanto piccolo! Come ad esempio “Ad un tratta nel folto del bosco” di Amos Oz in cui due amici, Maya e Mati, sono protagonisti di un’avventura che li porterà a scoprire perché da tempo nel loro villaggio sono scomparsi tutti gli animali, ma soprattutto farà capire loro quanto la paura del diverso rischia di compromettere gli uomini.

Qualche titolo recente e interessante é invece”Qualcuno con cui correre” di David Grossman, “La casa del sonno” di Jonathan Coe, “La solitudine dei numeri primi” di Paolo Giordano. Se non li avete mai letti, anche “La casa degli spettri” di Isabel Allende, “Cent’anni di solitudine” di Gabriel Garcia Marquez e “Gabriella, Garofano e Cannella” di Jorge Amado sono bei libri, soprattutto se amate le immagini, i suoni e i profumi dell’America Latina.

Altrimenti, prendete in mano l’Inferno di Dante. E buona estate!

Fateci sapere cosa leggete, aspettiamo consigli e pareri!

20130812-104548.jpg