Lido di Venezia, la prima Mostra del Cinema nel 1932

Ritrovarsi al Lido di Venezia in occasione della Mostra del Cinema è stata una grande occasione e una grande scoperta. Venezia per me rimane ancora una città da visitare: purtroppo non ho avuto tempo di godermela e di passeggiare sui ponti, e di piazza San Marco ho un ricordo vago di me che a 10 anni correvo dietro ai piccioni. Per quanto riguarda il Lido, dall’Ottocento rappresenta la parte balneare di Venezia: era qui che infatti cominciarono a sorgere stazioni balneari che attiravano presenze da tutto il continente. Ed è in questo contesto, forse proprio per incrementare il flusso turistico al Lido, che nel 1932 si tenne la prima Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia.  Continua a leggere

Annunci

Cattivissimo me 2: quando i cattivi salvano il mondo

20131022-175808.jpg

La sala del cinema è piena. Non c’è ombra di bambini sulle poltroncine rosse: tutti adulti, tante coppiette e gruppi di amici. Ad essere proiettato è il film di animazione “Cattivissimo me 2“, con protagonista appunto il cattivo Gru, o almeno quello che ne rimane della sua cattiveria!

Nel primo film infatti abbiamo lasciato Gru che, dopo il fallito/non voluto furto della Luna, ha cambiato strada e ha deciso di passare le serate a raccontare le favole alle sue tre figliolette adottive Agnes, Margo e Edith a cui si é realmente affezionato, piuttosto che a progettare insulsi e assurdi colpi e furti. In Cattivissimo me 2 quindi lo troviamo a fare marmellose insieme all’inseparabile Dr. Nefario ai suoi fantastici e giallissimi Minions, ancora più protagonisti in questa nuova avventura. Ma i cattivi sono dietro l’angolo e Gru questa volta entra in azione con ben altri scopi accanto alle tre figliolette e a Lucy, un’agente speciale davvero pazza!

mini

Tralasciando lo scempio fatto dal doppiaggio italiano ( qualcuno deve spiegarmi la scelta di Max Giusti in fuga dai pacchi e Arisa per doppiare i protagonisti quando in Italia abbiamo fior fiore di doppiatori – sempre gli stessi eh, ma almeno sono capaci) il film fa ridere dall’inizio alla fin e pur essendo un seguito rimane godibile e originale con una storia carina e intrigante.

Ma il merito è soprattutto dei Minions e della piccola Agnes che saprà intenerire davvero chiunque. Persino i cattivi.

“L’ombrello Blu”: la Pixar danza sotto la pioggia

Il cortometraggio Pixar in cui anche gli ombrelli hanno un cuore.

I film della Pixar, oltre ad essere belli di per sé, hanno qualcosa che li rende ancora più speciali: diciamo la verità, vale sempre la pena prendere posto in sala per godersi il cortometraggio che precede il film.

Questa volta, prima di Monsters University, la Pixar ci regala “L’ombrello blu”, un corto diretto da Saschka Unseld che in 6 minuti riesce a raccontare una tenera storia d’amore tra due ombrelli, uno blu e l’altro rosso, che si incontrano in una metropoli trafficata, grigia e piovosa.  Proprio la pioggia, il vento e le macchine della città cercheranno di allontanare i due innamorati… Blue_umbrella

Ciò che sorprende sono senza dubbio gli effetti di fotorealismo inseriti per la prima volta in un prodotto di animazione: all’inizio del corto si ha l’impressione di aver sbagliato sala e di non star assistendo ad un cartone animato per quanto sono realistiche le immagini!

 

ombrello

Accompagnato dalle musiche di Jon Brion, il cortometraggio è stato presentato al Festival internazionale del Cinema di Berlino il 12 febbraio 2013 e verrà allegato alle copie cinematografiche di Monsters University.

Insomma, non arrivate tardi al cinema! Nel frattempo, eccovi una piccola anteprima. 

Monsters University: l’università da spavento

Come si diventa Spaventatori? Ce lo racconta il nuovo film Disney Pixar “Monsters University”-

“Spaventare è il metro del valore di un mostro” (rettore Tritamuri)

monGli Spaventatori a Mostropoli sono i professionisti dello spavento che lavorano nella fabbrica per la lavorazione della paura “Monsters&Co.” che, attraverso le urla dei bambini che vedono apparire i mostri nella loro cameretta, rifornisce di energia tutta la città. Per essere bravi Spaventatori, ovviamente bisogna essere spaventosi, ma si deve anche studiare! Per questo Mike Wasowski e Jimmy Sullivan sono passati per l’Università, la famigerata “Monsters University” dove si preparano i migliori Spaventatori.

Monsters University“, nuovo film Disney Pixar uscito nelle sale italiane il 21 agosto e diretto da Dan Scalon, è il prequel di “Monsters&Co.”, geniale film Pixar del 2001 (riproposto nei cinema in versione 3D a marzo 2013) che aveva sorpreso non soltanto per le immagini perfette e l’originalità di un mondo mostruoso creato dal nulla, ma anche per la profondità del messaggio che veicolava. In “Monsters University” si migliorano senza dubbio le immagini e gli effetti speciali, ma si perde un po’ dell’originalità e dell’inventiva che avevano lasciato a bocca aperta gli spettatori 12 anni fa.

Anche la trama è più semplice: il film racconta l’università dei mostri, presentandoci un buffo sistema scolastico che divertirà soprattutto chi all’università ci è già stato e chi ha visto e rivisto film americani per teenager ambientati nei campus. Non mancano infatti ragazze pon pon con occhi mostruosi, i magnifici e temibili rettori, le confraternite che fanno a gara per essere rinomate e conosciute, i secchioni come Mike e i fustacci vanitosi come Sulley. Mike, nonostante sia convinto sin da bambino di poter essere un ottimo Spaventatore e nonostante l’eccellente preparazione teorica, dovrà fare i conti con il proprio aspetto, per niente mostruoso. Ma soprattutto dovrà confrontarsi con Sulley che invece, pur avendo il DNA dello Spaventatore, manca totalmente di disciplina. La coppia Mike-Sulley scoppia e si odia sin dal principio, specialmente quando i due sono costretti a collaborare in occasione delle Spaventiadi che decreteranno il miglior Spaventatore dell’università e faranno capire ad entrambi (in perfetta morale disneyana) in  qual è la loro vera strada. 

Nel complesso, “Monsters University” diverte e fa sorridere per la simpatia dei tanti personaggi vecchi e nuovi e per alcune scene davvero azzeccate (e se volete un consiglio: fate un ripasso con “Monsters&Co.” prima di andare al cinema per cogliere i rimandi) . Promosso quindi ma, per rimanere in tema universitario, la Lode non se la merita

Ps: da non perdere prima del film il cortometraggio “L’ombrello Blu“!

Batman and Superman – 2015 team up

IO SONO LEGGENDA aveva visto giusto:

SupermanBatman

All’ultimo Comic-Con la Warner Bross ha dato una notizia sconvolgente: nel 2015 vedrà la luce uno dei team up più epici della storia. Batman e Superman si uniranno in un cross over sconvolgente.

Eccovi il video:

Sebbene le orde di fans urlanti siano davvero innervosenti, devo dire che il logo fa venire i brividi.

IMG_1367

L’unione avverrà nel sequel dello scialbissimo Man of Steel e chissà come potranno mai unirsi due universi così lontani. Da una parte abbiamo Batman reso da Nolan uno dei supereroi più realistici mai apparsi sul grande schermo. Dall’altra abbiamo Superman alieno volante.

Francamente sono molto pessimista. La triologia di Batman è stata semplicemente perfetta e credo proprio non possa fondersi con un’altra saga così diversa in carattere ed atmosfera.