Giocare con i Lego creando arte: la mostra di Nathan Sawaya a Roma

Avreste mai pensato che i mattoncini Lego (sì, proprio quelli con cui avete passato i migliori pomeriggi della vostra vita a costruire qualunque cosa vi venisse in mente), potessero diventare delle opere d’arte? Ebbene sì. Questa la sfida lanciata e giocata – è il caso di dirlo – da Nathan Sawaya, artista statunitense che è finalmente arrivato a Roma con la sua mostra “The art of the brick”.

Una vera e propria scoperta: divertente, sorprendente e in alcuni casi anche commovente, la mostra è allestita su un’area di oltre 1200mq dove sono esposte 85 opere d’arte, realizzate con i famosi mattoncini LEGO.

Perché creare opere d’arte con i LEGO? Perché “tutto può essere arte, non ci sono regole”, racconta l’artista nel video che apre la mostra. “In più, creare con i Lego mi diverte e nessuno lo aveva mai fatto”. Una genialata verrebbe da dire e a guardare le opere si rimane davvero a bocca aperta. Nathan Sawaya con i mattoncini colorati dà vita ad opere originali che analizzano la condizione umana, ma non mancano opere di ritratti in stile pop-art nonché riproduzione di sculture celebri, dalla Nike di Samotracia al David di Donatello, fino ad arrivare alla realizzazione 3D di quadri come il Bacio di Klimt e l’Urlo di Munk. Passeggiando tra le sculture di Lego, vi ritroverete faccia a faccia con un dinosauro gigante, potrete mettervi a fare quattro chiacchiere con l’uomo blu fatto di LEGO, o scegliere la prossima meta del vostro viaggio davanti al mappamondo di mattoncini.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Per quanto riguarda l’allestimento, ogni opera è corredata da un cartello: è l’artista stesso a raccontare quanto tempo ha impiegato per la realizzazione, quanti mattoncini sono stati usati ma anche – e soprattutto – quanto si è divertito nel progettarla e nel vederla crescere giorno dopo giorno. Ciò che più mi ha colpito di questa mostra è stato infatti proprio l’artista che, pur non essendo presente fisicamente, sembra davvero accompagnare i visitatori tra le sale, raccontandogli piccoli aneddoti sul suo lavoro.

Usciti dall’esposizione, viene voglia di correre a casa a giocare con i LEGO. Insomma, un gioco da adulti che riporta tutti bambini.

***

INFO

L’allestimento di THE ART OF THE BRICK a Roma rimarrà aperto al pubblico fino al 14 febbraio 2016 presso Spazio Eventi SET (via Tirso, 14).


ORARIO:
dal lunedì al giovedì ore 10 – 20
venerdì e sabato ore 10 – 23
domenica ore 10 – 21
ultimo ingresso consentito fino ad un’ora prima dell’orario di chiusura della mostra.

BIGLIETTI AL BOTTEGHINO:
Intero 15,50 euro
Ridotto over 65, studenti (14-26 anni), disabili* 13,50 euro
Bambini (dai 4 ai 13 anni) 11,50 euro
Bambini sotto i 4 anni ingresso gratuito

Ulteriori informazioni sul sito artofthebrick.it

Annunci

5 pensieri su “Giocare con i Lego creando arte: la mostra di Nathan Sawaya a Roma

  1. AliceOFM ha detto:

    Da piccola consideravo le mie costruzioni in Lego delle vere opere d’arte…guardando queste mi ricredo 😀
    Comunque è la mostra perfetta per gli amanti di arte e Lego! E che dolci Arturo e Gertrude ❤

  2. Lau ha detto:

    Questa mostra è fantastica e io amo i LEGO!! Era il mio gioco preferito da piccola. Peccato che abito a Milano e non riesco a passare da Roma. Spero che la faranno anche a Milano

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...