LOREM IPSUM

A chi non è mai capitato di scontrarsi con questo astruso testo?

Lo ritroviamo nei siti, nei blog, nei software. In qualunque casella sia presente un testo di default da editare.

Avendolo trovato spesso nei programmi Apple, all’inizio pensai fosse una prerogativa dell’azienda di Cupertino ed invece l’ho poi ritrovato anche in molti programmi per Windows.

Masticando un po’ di latino tentai di tradurlo ma mi accorsi subito che, in realtà, il testo era assolutamente privo di senso.

Indagai. Wikipedia. Tempo di indagine: 30 secondi.

Beh ecco il risultato:

Via Wikipedia

Il lorem ipsum è un insieme di parole utilizzato da grafici, designer, programmatori e tipograficome testo riempitivo in bozzetti e prove grafiche. È un testo privo di senso (è la storpiatura di un testo in latino), composto da parole in lingua latina (spesso storpiate), riprese pseudocasualmente da uno scritto di Cicerone del 45 a.C.

Il testo è stato utilizzato per la prima volta nel 1500 da uno stampatore per mostrare i propricaratteri; da allora è diventato lo standard dell’industria tipografica. La sua funzione lo avvicina al testo etaoin shrdlu un tempo usato per provare le Linotype.

In informatica è usato molto frequentemente come testo riempitivo nelle prove grafiche dipagine web e come dati fittizi nella prova di funzionamento dei database. L’uso di questo espediente, per riempire spazi altrimenti vuoti (spesso in attesa dei dati definitivi), è molto efficace grazie soprattutto all’alternanza di parole lunghe e brevi, punteggiatura e paragrafi. In questo modo viene simulato con sufficiente verosimiglianza l’impatto grafico di un testo reale, in modo particolare per quanto riguarda l’impatto estetico.

Testo standard

Il testo più comune è il seguente, ma, essendo un insieme pseudocasuale di parole, ne esistono versioni differenti:

« Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipisici elit, sed eiusmod tempor incidunt ut labore et dolore magna aliqua. Ut enim ad minim veniam, quis nostrud exercitation ullamco laboris nisi ut aliquid ex ea commodi consequat. Quis aute iure reprehenderit in voluptate velit esse cillum dolore eu fugiat nulla pariatur. Excepteur sint obcaecat cupiditat non proident, sunt in culpa qui officia deserunt mollit anim id est laborum. »

Testo d’origine

Il testo deriva dalle sezioni 1.10.32 e 1.10.33 di un’opera di Cicerone del 45 a.C.: il De finibus bonorum et malorum (“Sui confini del bene e del male”). 

Non è nota con precisione la data in cui il testo ha assunto la forma standard attuale. La provenienza del testo è stata scoperta casualmente negli anni sessanta da Richard McClintock, un latinista professore al college di Hampden-Sydney in Virginia, mentre cercava le ricorrenze del raro termine consectetur nella letteratura classica.

Di seguito è riportato il testo originale con, in grassetto, le parole estrapolate (talvolta fortemente storpiate):

« , unde omnis iste natus error sit voluptatem accusantium doloremque laudantium, totam rem aperiam eaque ipsa, quae ab illo inventore veritatis et quasi architecto beatae vitae dicta sunt, explicabo. Nemo enim ipsam voluptatem, quia voluptas sit, aspernatur aut odit aut fugit, sed quia consequuntur magni dolores eos, qui ratione voluptatem sequi nesciunt, neque porro quisquam est, qui dolorem ipsum, quiadolor sit, amet, consectetur, adipisci v’elit, sed quia non numquam eius modtemporincidunt, ut labore et dolore magnaaliquam quaerat voluptatem. Ut enim ad minimveniam, quis nostruexercitationem ullam corporis suscipit laboriosam, nisi ut aliquid ex ea commodi consequatur? Quis autem vel eum iure reprehenderit, qui in ea voluptate velit esse, quam nihil molestiae consequatur, velillum, qui doloreeufugiat, quo voluptas nulla pariatur? [33] At vero eos et accusamus et iusto odio dignissimos ducimus, qui blanditiis praesentium voluptatum deleniti atque corrupti, quos dolores et quas molestias exceptursint, obcaecatcupiditatnon provident, similique sunt in culpaqui officia deserunt mollitia animi, id est laborum et dolorum fuga. Et harum quidem rerum facilis est et expedita distinctio. Nam libero tempore, cum soluta nobis est eligendi optio, cumque nihil impedit, quo minus id, quod maxime placeat, facere possimus, omnis voluptas assumenda est, omnis dolor repellendus. Temporibus autem quibusdam et aut officiis debitis aut rerum necessitatibus saepe eveniet, ut et voluptates repudiandae sint et molestiae non recusandae. Itaque earum rerum hic tenetur a sapiente delectus, ut aut reiciendis voluptatibus maiores alias consequatur aut perferendis doloribus asperiores repellat. »

NERD OWL

LOVE IS A NERD OWL

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...